Allaccio temporaneo: come fare l’attivazione di un Contatore da Cantiere?

Annuncio: Servizio Gratuito. 4,8/5  su Trustpilot ⭐⭐⭐⭐⭐

Annuncio: Servizio Gratuito. 4,8/5  su Trustpilot ⭐⭐⭐⭐⭐

Sommario: Il contatore da cantiere è un dispositivo che viene installato nel momento in cui, in previsione di lavori di costruzione o ristrutturazione di un immobile, è necessario usufruire delle forniture. In questo caso, la pratica da richiedere è quella dell’allaccio temporaneo – la cui domanda è leggermente diversa da quella del tradizionale allaccio.

Vediamo allora come fare per inviare la richiesta, quando può tornare utile questa procedura e come fare per passare ad una fornitura permanente una volta finiti i lavori.

Contatore da cantiere e allaccio temporaneo: cosa devi sapere

In caso di nuove costruzioni, ristrutturazioni o lavori in corso di diverso tipo, un’operazione necessaria è l’allaccio temporaneo. Quest’ultimo infatti consente agli utenti di usufruire delle forniture per un periodo limitato: nello specifico, per un periodo inferiore ai 3 anni.

Tramite la richiesta di una fornitura temporanea, l’utente può ottenere la messa in posa di un contatore luce da cantiere e il collegamento degli impianti dell’immobile alla rete di distribuzione locale.

A discrezione del richiedente, l’attività del contatore ad uso cantiere può essere prorogata per 3 ulteriori anni e – conclusi i lavori – può essere sostituto per ottenere invece una fornitura permanente. 

Quando bisogna fare l’allaccio temporaneo?

L’allaccio luce o gas temporaneo viene solitamente richiesto in vista di lavori tecnici e di cantiere da effettuare nel sito dell’immobile. In particolare, il contatore da cantiere viene installato in caso di ristrutturazione, di costruzione ex novo di un’unità abitativa o di qualsiasi tipologia di lavoro che prevede l’apertura di un cantiere.

In questo modo, sarà possibile usufruire delle forniture per facilitare gli interventi pianificati!

Procedura con Enel per allaccio contatore da cantiere

Richiedere un allaccio Enel temporaneo non è affatto complesso!

L’utente dovrà semplicemente contattare il servizio clienti di Enel – raggiungibile tramite il numero verde 800 900 860 – e avviare la pratica con il primo operatore disponibile.

A questo punto, il richiedente dovrà fornire una serie di dati e informazioni per il completamento e la registrazione della domanda.

Nello specifico, essenziali sono:

Una volta conclusa la pratica, è premura del fornitore contattare il distributore di competenza che, in seguito ad un sopralluogo, invierà all’utente un preventivo per i costi.

Solo successivamente l’accettazione di quest’ultimo, i tecnici della società distributrice potranno iniziare i lavori per l’allaccio temporaneo.

Passaggio da contatore di cantiere a definitivo

Una volta conclusi i lavori, il contatore da cantiere può essere sostituito con un contatore definitivo

A questo proposito, l’utente non dovrà fare altro se non avviare la pratica per un ordinario allaccio – contattando per esempio il numero verde Enel. Generalmente, basterà contattare un fornitore prescelto e inoltrare la domanda in seguito alla sottoscrizione di un’offerta luce e gas che più si addice alle proprie esigenze.

I lavori per la messa in posa del contatore e il collegamento degli impianti domestici alla rete locale possono avere una durata che va dai 10 giorni lavorativi (per i lavori più semplici) ai 60 giorni lavorativi (per lavori più complessi).

Una volta completato l’allaccio e registrata la nuova fornitura, quest’ultima verrà attivata entro 7 giorni.

Per quanto riguarda il costo, non è possibile definire con precisione una spesa, poiché questa si compone di quote variabili, influenzate da differenti fattori come la complessità del lavoro o la distanza dell’immobile da una cabina di trasformazione.

Allacci temporanei non solo per cantiere

Gli allacci temporanei possono essere richiesti non solo per cantieri o lavori in corso, ma anche per forniture straordinarie. Per esempio, per feste, eventi o spettacoli viaggianti.

In questi casi però, l’allaccio temporaneo per usi diversi da cantiere, prevede una durata ancora inferiore della fornitura – per un massimo di 1 anno, prorogabile solo di un ulteriore anno.

Per richiedere questo tipo di operazione gli step da seguire sono quelli visti in precedenza. Dunque, basterà contattare il servizio clienti del fornitore al quale si desidera affidarsi, inoltrare la domanda per l’avvio della pratica e aspettare la ricezione di un preventivo da parte del distributore.

Allaccio standard vs allaccio temporaneo: differenze

A differenziare l’allaccio temporaneo dal tradizionale allacciamento, come prima cosa, è la durata della fornitura attivata.

Proprio dal nome stesso è possibile intuire che, mentre l’allaccio standard prevede una fornitura permanente, quello temporaneo viene richiesto per usufruire delle utenze solo per un tempo limite.

Inoltre, il primo viene generalmente richiesto per rendere un immobile abitabile. Difatti, è solo tramite il collegamento alla rete locale che i futuri inquilini possono utilizzare luce e gas una volta completato il trasloco.

Al contrario, il secondo torna utile principalmente per lavori di cantiere o attività di breve durata (per esempio, in occasioni di feste o eventi).

Se desideri richiedere un allaccio temporaneo con Enel, visita la pagina del fornitore dedicata ai suoi canali di contatto a questo link.


Offriamo un servizio di consulenza gratuita per aiutarti con le tue bollette luce e gas!

02 82 94 49 64

Info

Ti potrebbero interessare anche le nostre guide su:

Aggiornato su 29 Gen, 2024

redaction La Redazione
Redactor

Daniele Tarantino

SEO Specialist

Commenti

bright star bright star bright star bright star grey star

En savoir plus sur notre politique de contrôle, traitement et publication des avis