Cambio di Residenza: Documenti Necessari e Come Gestirli

Annuncio: Servizio Gratuito. 4,8/5  su Trustpilot ⭐⭐⭐⭐⭐

Annuncio: Servizio Gratuito. 4,8/5  su Trustpilot ⭐⭐⭐⭐⭐

Sommario: Conoscere quali documenti per il cambio di residenza inoltrare all’ufficio anagrafe del tuo Comune è fondamentale per riuscire a gestire con facilità il trasloco di casa. Quindi anche per trasferirti nella nuova abitazione con tranquillità e senza intoppi.

Documenti per cambio residenza: quali servono?

Cos'è il cambio residenza?

In fase di trasloco delle utenze sapere quali sono i documenti per il cambio di residenza è fondamentale. Con questo nome si indica la richiesta al Comune con la quale ottieni la comunicazione ufficiale del nuovo indirizzo in cui risiedi.

A volte la procedura dedicata al cambio della residenza varia a seconda del Comune al quale presenti la documentazione, tuttavia in generale è previsto un modello nel quale la persona dichiara di aver cambiato indirizzo di residenza.

Di solito all’interno di questo modulo si devono inserire:

  • Le principali informazioni personali e anagrafiche;
  • Alcuni dati catastali dell’immobile;
  • Il Comune di provenienza;
  • Diversi dati statistici che possono riguardare anche i membri del nucleo familiare;
  • Alcune voci di interesse personale, tra cui le auto intestate.

Cambio residenza di un minore?

Nel caso in cui i documenti del cambio di residenza riguardassero anche uno o più minori e il singolo genitore è necessario allegare alla domanda anche l’assenso dell’altro genitore, insieme alla copia di un documento d’identità valido di entrambi.

Aggiornamento dei documenti dopo il Cambio di Residenza: cosa sapere

Una volta presentato il cambio di residenza i documenti da aggiornare sono diversi e possono riguardare ad esempio l’automobile di proprietà. Difatti tra questi ci sono la patente di guida e il libretto di circolazione.

Mentre in passato aggiornare questi documenti era molto complesso, oggi la procedura è semplificata e si può inviare la domanda in contemporanea con la richiesta di iscrizione all’ufficio anagrafe del Comune.

E per l'auto?

Per questo motivo nella documentazione potresti trovare una sezione dedicata ai veicoli a te intestati. In alternativa puoi visitare il Portale dell’Automobilista o il sito ufficiale dell’Amministrazione Pubblica al fine di compilare il modulo  DTT 954 I dedicato.

In questo ambito non è necessario invece aggiornare il passaporto o la carta d’identità, bensì puoi comodamente indicare la nuova residenza nel momento in cui rinnovi questi ultimi. Presentando i documenti per il cambio di residenza da un comune diverso rispetto a quello precedente ti viene consegnata la nuova tessera elettorale e sanitaria, aggiornate con l’indirizzo corretto.

Cambio Residenza: Guida passo per passo

Come la prima attivazione luce o la voltura gas con cambio fornitore, oggi la procedura di cambio di residenza è molto più semplice e richiede pochi passaggi.

  1. Innanzitutto devi occuparti del trasloco, quindi anche dell’attivazione delle forniture, ad esempio sottoscrivendo una nuova offerta luce e gas o richiedendo l’allaccio Enel;
  2. In secondo luogo puoi scaricare la modulistica dal sito ufficiale del tuo nuovo Comune, nella quale trovi tutte le informazioni relative ai documenti per il cambio di residenza e alle modalità di invio;
  3. Prendi appuntamento poi presso l’Ufficio Anagrafe per inviare i moduli oppure segui la procedura online, se disponibile;
  4. Attendi la conferma dell’avvenuto cambio di residenza.


In generale la domanda di cambio di residenza va sempre presentata entro 20 giorni dal momento del trasferimento.

Cambio di Residenza e fornitura energetica: consigli pratici su come gestire le tue utenze

Per quanto riguarda le forniture luce e gas per il cambio di residenza potrebbe tornarti utile qualche consiglio pratico.

  • In primo luogo considera lo stato del contatore e delle forniture nell’immobile in cui ti stai trasferendo. Ad esempio se questi sono ancora attivi puoi seguire la procedura della voltura (o cambio di intestazione delle bollette). Invece se contatore e utenze risultano disattivati puoi seguire l’iter del subentro (o riattivazione di un contatore che è stato spento).
  • In secondo luogo confronta con attenzione le tante offerte luce e gas che oggi sono disponibili in caso di trasloco, quindi considera il prezzo del gas e della luce ma anche i tanti servizi proposti dal singolo fornitore, come l’area clienti per il monitoraggio dei consumi o la presenza di sportelli sul territorio.

Altri consigli utili, ad esempio sui tempi per il cambio del fornitore luce, non esitare a visitare questo link, al cui interno trovi i contenuti verificati e ufficiali.

Scopri le offerte migliori per il tuo trasloco!

02 82 94 49 64

Info

Aggiornato su 23 Feb, 2024

redaction La Redazione
Redactor

Matteo Bono

SEO Manager

Commenti

bright star bright star bright star bright star grey star

En savoir plus sur notre politique de contrôle, traitement et publication des avis