Come fare l’autolettura con Enel: info e modalità

Annuncio: Servizio Gratuito. 4,8/5  su Trustpilot ⭐⭐⭐⭐⭐

Annuncio: Servizio Gratuito. 4,8/5  su Trustpilot ⭐⭐⭐⭐⭐

Sommario: Come fare l’autolettura Enel, come comunicarla e chi deve farla? Nel nostro articolo tutte le risposte ai tuoi dubbi.

Guida Passo Passo per fare l’autolettura con Enel

L’autolettura con Enel, sia per luce che per gas, è un processo semplice che garantisce bollette basate sui consumi reali.

Ricorda!

Prima di tutto, verifica sulla tua bolletta la presenza di un riquadro dedicato all’autolettura che indica il periodo in cui va effettuata. Ricorda, il tuo numero cliente di 9 cifre, presente sulla prima pagina della bolletta, è essenziale per questo processo.

Per i contatori elettronici e teleletti, inclusi i contatori 2G, l’autolettura non è generalmente necessaria, poiché le letture vengono trasmesse automaticamente al distributore.

Casi eccezionali!

Tuttavia, in casi eccezionali dove la telelettura fallisce per due mesi consecutivi, dovrai seguire le indicazioni in bolletta per comunicare la lettura. Per i contatori tradizionali o non teleletti, l’autolettura rimane un’opzione valida e importante.

Ecco come procedere:

  1. Per i contatori tradizionali, leggi e annota tutte le cifre visualizzate sul display, escludendo quelle dopo la virgola.
  2. Per i contatori elettronici, premi il pulsante fino a visualizzare la lettura corrente. Se il tuo contatore luce è programmato per fasce orarie, annota tutti i valori indicati (A1, A2, A3 e così via).
  3. Una volta raccolte le letture, comunica il Numero Cliente e i valori tramite uno dei canali disponibili: Area Clienti online, l’App Enel Energia, SMS, telefono o visitando gli Spazio Enel.
  4. Attendi la conferma di avvenuta acquisizione dell’autolettura.

Postresti dover riconscere il tuo codice POD o PDR per fare l’autolettura, cioè i codici identificativi del tuo contatore luce e gas.

Ricorda che l’autolettura è particolarmente cruciale in situazioni come la voltura o il cambio fornitore, dove le letture saranno verificate dal distributore e utilizzate per calcolare l’ultima fattura.

Con questa guida passo passo, l’autolettura con Enel diventa un processo semplice e trasparente, assicurandoti fatture precise e in linea con i tuoi effettivi consumi.

Scopri come fare l’autolettura con Eni Plenitude, grazie al nostro articolo.

Come comunicare l’autolettura a Enel

Comunicare l’autolettura del tuo contatore Enel, sia per la bolletta gas che per l’elettricità, è un processo che garantisce la correttezza delle tue bollette, basandole sui consumi reali e non su stime. La procedura è semplice: dopo aver annotato la lettura dal tuo contatore Enel luce o gas e il tuo numero cliente dalla bolletta, hai diverse opzioni per inviare questi dati a Enel.

Per i clienti del Servizio di Maggior Tutela, l’autolettura può essere comunicata tramite l’area clienti di Enel Servizio Elettrico o chiamando gratuitamente l’800 900 800.

I clienti di Enel Energia possono invece optare per la chiamata all’800 900 837, utilizzare l’app Enel Energia, registrarsi sul sito www.enelenergia.it per accedere alla propria Area Clienti, o inviare un SMS al numero 339 99 03 888 con il testo LETTURA, il numero cliente e le cifre lette sul contatore gas. Per i non udenti, è disponibile l’app Pedius.

Come comunicare l’autolettura ad Enel
Servizio Enel Contatto
Numero Verde Enel 800 900 800 (Servizio di Maggior Tutela)
800 900 837 (Enel Energia)
Enel Area Clienti Accesso tramite enelenergia.it o App Enel
Comunicazione tramite messaggio 339 99 03 888 con testo “LETTURA”
Comunicazione tramite posta Casella Postale 1100 – 85100 Potenza
Fax Enel Autolettura 800 900 150

 

Inoltre, è possibile comunicare l’autolettura anche fuori dal periodo indicato in bolletta luce e gas, soprattutto se questa contiene una stima o una lettura reale che non ritieni corretta.

Fai attenzione!

Ricorda di rispettare le tempistiche di comunicazione indicate nell’ultima bolletta luce e gas,  ricevuta per mantenere il tuo profilo di consumo sempre aggiornato. La lettura comunicata, se valida, verrà utilizzata nella fattura successiva, a meno che non venga annullata dal distributore. Questo processo ti permette di avere una bolletta che riflette i tuoi consumi effettivi, evitando stime approssimative.

Inoltre, Enel Energia offre supporto attraverso chat con operatori specializzati o il personaggio virtuale Elena, disponibile 24 ore su 24, 7 giorni su 7, per assisterti in tutte le operazioni relative alla tua fornitura. La tua esperienza e feedback sono importanti per
migliorare continuamente il servizio offerto da Enel Energia.

Quando fare l’autolettura

L’autolettura del contatore Enel,  contatori di seconda generazione (2G) o Open Meter, è una pratica importante che permette agli utenti di rilevare i consumi effettivi di luce e gas, assicurando così che le bollette riflettano l’effettivo consumo piuttosto che basarsi su stime.

Nuovi aggiornamenti

Da aprile 2017, secondo la delibera 738/16 dell’ARERA, per i contatori elettrici teleletti (smart meter), l’autolettura non è più necessaria poiché i consumi vengono rilevati automaticamente ogni mese.

Questo vale per la maggior parte dei contatori della luce in Italia, che sono già stati aggiornati a smart meter. Tuttavia, per i contatori del gas e in alcuni casi eccezionali, come quando la telelettura non va a buon fine per due mesi consecutivi, l’autolettura rimane essenziale.

  1. Prendi nota del Numero Cliente che trovi sulla prima pagina della tua bolletta gas o luce Enel.
  2. Leggi le cifre presenti sul contatore Enel, annotando solo quelle che precedono la virgola, esclusi gli zeri.
  3. Comunica il Numero Cliente e i valori della lettura tramite uno dei canali disponibili: Area Clienti online, App Enel Energia, SMS, telefono o presso gli Spazio Enel.


È importante effettuare l’autolettura nel periodo indicato nella bolletta, segnalato nel box “Autolettura”.

Evita le bollette di conguaglio

Se l’autolettura viene comunicata al di fuori di questo intervallo temporale, potresti ricevere una bolletta con consumi stimati. Questo processo ti aiuta a evitare bollette di conguaglio a fine anno, garantendo che paghi solo per quanto effettivamente consumato.

Chi deve farla?

La lettura del contatore, sia esso di energia elettrica o gas naturale, è compito primario della società di distribuzione, che si occupa anche dell’installazione, della manutenzione e dell’attività di lettura del contatore di sua proprietà. Questo personale effettua letture periodicamente, seguendo una frequenza stabilita dall’Autorità del settore energetico (ARERA) in base al consumo annuo e alla tipologia di contatore.

Cambiamenti nell'autolettura grazie ai nuovi contatori

Per i contatori meccanici, ad esempio, i tentativi di lettura variano da una a tre volte all’anno, a seconda del consumo, e mensilmente per consumi superiori a 5.000 Smc/anno. Diversamente, i contatori elettronici, ora più diffusi, trasmettono automaticamente le letture al distributore, che le rende disponibili ai venditori ogni mese.

I clienti, tuttavia, hanno l’opzione di effettuare l’autolettura e comunicarla al proprio venditore. Questa pratica è particolarmente utile in assenza di dati effettivi, permettendo di evitare stime basate su letture o autoletture precedenti e sul profilo di prelievo standard.

In caso di malfunzionamenti o problemi di copertura radio dei contatori elettronici, il distributore invia personale per la raccolta di letture in loco, seguendo la medesima frequenza prevista per i contatori meccanici.

Come verificare se il contatore funziona?

Verificare il funzionamento del contatore Enel Open Meter è fondamentale per assicurarsi che le bollette riflettano accuratamente il consumo effettivo.

Nei contatori elettronici, come l’ Open Meter di Enel,  una semplice pressione del pulsante di lettura rivela informazioni utili sul display. Un simbolo “L1” indica che il contatore funziona correttamente. In presenza del simbolo “!” e contemporaneamente di energia elettrica in casa, non ci sono preoccupazioni. Diversamente, in assenza di energia, è necessario contattare il supporto Enel.

Se persistono dubbi sul corretto funzionamento del contatore, soprattutto per forniture in bassa tensione, è consigliabile contattare il fornitore per richiedere una verifica. In caso di conferma del corretto funzionamento, un costo fisso, come previsto dalla Delibera ARG/elt 654/15, potrebbe essere addebitato. Questo è particolarmente rilevante in quanto i distributori, seguendo le linee guida del decreto ministeriale del 24/3/2015 n. 60, hanno sostituito quasi tutti i vecchi contatori con nuovi modelli elettronici, soggetti a controlli casuali e periodici.

In casi estremi

Per iniziare la procedura di verifica, i clienti devono contattare il proprio fornitore di luce o gas, utilizzando canali come il Numero Verde di Enel (800 900 860). Una volta inoltrata la richiesta, il distributore organizzerà un sopralluogo tecnico per eseguire le necessarie verifiche e, se necessario, procedere alla sostituzione del contatore. Questo passaggio garantisce che ogni dubbio sui consumi misurati sia risolto, evitando discrepanze nelle bollette, specialmente quelle relative a consumi stimati.

Per ulteriori info visita il sito Arera per le autoletture.

Scopri con i nostri esperti se puoi risparmiare!

02 82 94 49 64

Info

 Ti potrebbero interessare anche le nostre guide su:

Aggiornato su 29 Gen, 2024

redaction La Redazione
Redactor

Alessandra Alfia Selvaggi